5 suggerimenti per un efficace content marketing

Per realizzare un content marketing efficace puoi seguire questi 5 suggerimenti, tradotti liberamente da una checklist pubblicata da Copyblogger. Il content marketing è un approccio di marketing che tutti i brand aggiornati dovrebbero conoscere ( Coca-Cola ed Ikea lo stanno applicando da tempo).

1. Non costruire su terreni affittati

Prima di creare qualsiasi contenuto e una strategia di content marketing, rifletti su dove vivrà e su come possa essere raggiunto dal tuo target. Ciò vuol dire che tutti i tuoi contenuti dovrebbero essere inseriti in un dominio che controlli. Non stai producendo i tuoi contenuti per Facebook, Twitter o Google +: se il tuo dominio non è www.ilnomechevuoitu.com, non possiedi la tua piattaforma.
La soluzione giusta? Circa 99 volte su 100 è WordPress (self-hosted), una piattaforma flessibile, robusta e che semplifica la vita degli editori.
NB: non fraintendere questo suggerimento, devi utilizzare social network come Facebook e Twitter per coltivare le tue relazioni con i clienti e generare buzz, ma non devi costruire tutto il tuo impero lì, è un errore pericoloso che potrebbe costarti ore (o anni) di lavoro di content marketing perduto.

2. Crea le fondamenta del tuo sito

Se il tuo sito è nuovo e non hai in mente una strategia editoriale di content marketing chiara, puoi iniziare a scrivere una decina di post che racchiudano le tue convinzioni su un argomento che ti interessa. Pensa a ciò che vorresti che assolutamente ogni tuo singolo lettore del tuo sito sappia! Attento, però: fare content marketing non vuol dire semplicemente scrivere un mucchio di roba che ti interessa. Se hai già scritto un po’, ma il tuo sito manca di un focus chiaro, analizza i tuoi post più popolari e inseriscili in una serie di landing pages ben focalizzate; queste pagine rappresentano il luogo ideale per concentrare i tuo sforzi di SEO copywriting e content marketing, attirano link e sono naturalmente condivise perché i lettori le amano.

3. Fai in modo che valga la pena leggere il tuo contenuto

Molti marketer credono che il loro content marketing sia di “alta qualità” perché il loro contenuto contiene un certo numero di parole, perché non usano software per generarlo automaticamente, o perché conoscono l’argomento. Ma esiste molto contenuto “terribile” che si conforma a queste tre norme. Se non ottieni like e condivisioni, se Google ti odia improvvisamente, se il tuo traffico tende a rimbalzare come una superball, dovresti considerare l’ipotesi che la tua strategia di content marketing non sia così buona come dovrebbe essere.

Ma qual è la strategia di content marketing che funziona? Riconoscerla è semplicissimo: si basa sul contenuto che la gente legge. Non decidi tu, infatti, ma decidono i tuoi lettori. Questo significa che devi analizzare come si ottengono la maggior parte del traffico, dei link, delle condivisioni e dei commenti.
Il contenuto che merita di essere letto ha queste caratteristiche:

- Ha titolo che attrae e traina il pubblico

- È utile, si concentra sui problemi che interessano il lettore

- È formattato per creare engagement e attenzione

- È (almeno un po’) divertente.

Tralascia anche solo uno di questi elementi e fallirai nel content marketing.

Anche se ti rendi conto che il tuo contenuto fa schifo, non tutto è perduto. Cerca come partner un collaboratore esperto nella creazione di contenuti, ma che abbia difficoltà con qualche elemento del business nel quale tu sei bravo.
Le opzioni sono due: o crei contenuti che valga la pena di leggere (o guardare o ascoltare nel caso dei multimedia) e la tua strategia di content marketing è efficace, oppure no. Chiunque ti dica il contrario, ti sta dicendo una bugia.

4. Metti il tuo contenuto in un ambiente sicuro

Avere il sito hackerato non è divertente, ma può succedere.
Puoi però proteggerti, ad esempio assicurati che il tuo web host prenda sul serio la sicurezza. Mantieni sempre aggiornato il software del sito (WordPress o qualsiasi altro strumento che si possa utilizzare, incluso il tema e tutti i plugin).

5. Non usare una brutta confezione per un bel contenuto


Le tue parole potrebbero essere geniali, ma se usi un design brutto, amatoriale, o disordinato, i tuoi lettori non ritorneranno.

Content is the king, ma anche la confezione ha la sua importanza. Un tema premium WordPress può darti un bell’aspetto professionale ad un prezzo conveniente (ha anche altri vantaggi certamente non trascurabili, come una maggiore sicurezza e un codice che non rovina il tuo rank nelle classifiche SEO), ma ne esistono anche molti gratuiti… Rifletti sui motivi della tua scelta e personalizza il tema e il tuo content marketing in base alle tue esigenze. 

Tra qualche giorno pubblicherò anche il seguito della lista di suggerimenti di Copyblogger. Se sei arrivato a leggere la fine di questo post vuol dire che sei un tipo paziente, oltre che interessato all’argomento. Che ne pensi (non della tua pazienza, ma di questa checklist)? Hai suggerimenti per una strategia di efficace content marketing?

Fonte:  The 10-Step Content Marketing Checklist di Copyblogger

Se vuoi approfondire l’argomento, qui trovi anche i suggerimenti di Maria Pergolino di Marketo per un efficace content marketing.