Dieci metriche per il ROI del Social media marketing

Il ROI del social media marketing di un’azienda va sempre relazionato agli obiettivi specifici che intende realizzare, ma ecco dieci metriche fondamentali che andrebbero sempre monitorate:

  1. Lead generati dai social media: il traffico che si converte automaticamente in lead è il segnale più forte dell’efficacia della strategia, ma andrebbero misurati anche i referrals inviati dai membri dei social network.
  2. La durata dell’engagement: può essere un parametro persino più importante del numero di pagine visualizzate. Quanto tempo viene utilizzata una tua applicazione su Facebook? Il numero dei fan sta crescendo? Quanto tempo trascorrono nella navigazione del tuo sito i contatti che provengono dai social media?
  3. Bounce rate (frequenza di rimbalzo): i visitatori accedono al tuo sito dai social media ma lo abbandonano presto? Forse la landing page deve essere strutturata meglio ed essere più pertinente, o le informazioni che stanno cercando non sono facilmente reperibili.
  4. L’aumento dei membri e la percentuale di utenti attivi: sono coloro che partecipano attivamente e condividono i contenuti su Twitter o Facebook. I tuoi fan o follower stanno crescendo? In che modo interagiscono con i tuoi link?
  5. Rapporti sulle attività: quanto è attivo il gruppo dei tuoi social network aziendali? Paragona le attività dei membri attivi a quelle dell’utenza totale e tracciale con un grafico. Ci saranno sempre delle persone inattive, per una questione fisiologica, ma se si intraprende una campagna per stimolare l’interazione ovviamente si devono stimare i risultati raggiunti, ad esempio mediante l’utilizzo delle applicazioni sociali.
  6. Conversioni: cerchi utenti da convertire, con sottoscrizioni, vendite (dirette o attraverso società affiliate), utilizzo di applicazioni Facebook, o qualunque altra offerta del tuo canale di vendita che possa essere monetizzata. Devi misurare ogni tipo di conversione ottenuta, tracciarla e utilizzare le informazioni ottenute per migliorare la tua strategia: anche un semplice aumento delle sottoscrizioni della newsletter, se vuoi proporre l’inserimento ad altre aziende in qualità di inserzionisti pubblicitari, può generare guadagno.
  7. Menzioni del tuo brand nei social media: un’alta percentuale di persone che parlano del tuo brand, oltre a rappresentare una chiara indicazione dell’efficacia della tua strategica, ti segnala anche la necessità di misurare e tracciare dettagliatamente la quantità e la qualità dei commenti (positivi e negativi).
  8. Loyalty: i membri interagiscono e condividono contenuti e link, menzionando il tuo brand? Quante persone effettuano nuovamente lo sharing dei contenuti e quanto spesso?
  9. Viralità: gli utenti condividono i tuoi tweet o gli update su Facebook importanti per la tua azienda. Bene, anzi ottimo. Ma queste informazioni vengono condivise anche dagli altri membri del loro network? Quanto tempo dopo? Stai verificando quanti amici dei tuoi amici stanno condividendo i tuoi link e i tuoi contenuti?
  10. L’interazione sul blog: incoraggia i commenti, interagisci con i lettori, stimola le risposte anche sulla sezione dei commenti del blog o via Twitter (usa un widget che lo permette). Ricordati anche di monitorare l’aumento del pagerank, i link provenienti da siti influenti, il numero di visitatori unici.

Le dieci metriche elencate sono state liberamente tradotte da un post di SocialTimes.

Cosa andrebbe aggiunto a questa lista?