EMarketer: più engagement su Facebook per i brand alcolici

Secondo l’articolo di eMarketer “Alcohol Brands See Growth in Engagement on Facebook”, molte aziende “alcoliche” si rivolgono a Facebook per aumentare engagement, brand awareness e per creare una comunità di fan.

Simply Measured, uno strumento di social media analitycs, ha misurato l’engagement dei post su Facebook dei brand di bevande alcoliche: l’interazione media dell’utente con i contenuti della marca “alcolica” è aumentata nel mese di luglio 2012, in confronto a quella di gennaio 2012.

engagement top 15 brand alcolici mondiali e metriche usate

L’aumento di engagement per molte marche di alcolici è un dato interessante, soprattutto considerando che Facebook ha introdotto la nuova Timeline per i brand nel febbraio 2012.

Uno studio del marzo 2012 di EdgeRank Checker, uno strumento che consente alle aziende di controllare la loro esposizione su Facebook, ha rilevato che lo switching alla TimeLine non ha impattato veramente sull’engagement. In particolare, il 41% di pagine di aziende che si erano convertite alla Timeline ha avuto un incremento dell’engagement, ma hanno avuto un aumento di engagement anche il 38% di quelle che non hanno effettuato lo switch.

cambiamenti engagement Facebook dopo la conversione alla TimeLine

Il social ci permette di coinvolgere i consumatori con un dialogo one-to-one“, ha dichiarato Kevin George, vicepresidente senior e CMO globale della società Beam, che possiede marchi quali Maker’s Mark e il whiskey Jim Beam Bourbon. “Ci dà la capacità di ascoltare quello che i consumatori stanno dicendo del nostro brand e di intraprendere decisioni basate su questo. E ci aiuta anche a guidare le vendite, incoraggiando le persone a trovare i nostri prodotti o a orientarle nella nostra direzione. ” Una spinta decisiva all’engagement, insomma.

Da un sondaggio del Dicembre 2011 sull’industria alimentare e del vino di ABLE, un’agenzia di social media marketing, è emerso che:
– per l’ 89,6% degli intervistati il vantaggio dell’utilizzo di Facebook è l’awareness;
– l’86,5% ha sfruttato Facebook per promuovere eventi;
– il 66% ha puntato sull’interazione con i clienti in tempo reale sul social più famoso.
Per quasi la metà degli intervistati Facebook ha generato anche delle vendite, mentre il 3,9% non attribuisce al suo utilizzo alcun beneficio.

I vantaggi dell'utilizzo di Facebook secondo le aziende vinicole degli Stati Uniti, DIcembre 2011 (% degli intervistati)

Per i brand alcolici (e quindi per le società di birra, vino e derivati) è importante puntare sull’engagement e costruire relazioni con i clienti attraverso i social networkt. Le aziende che utilizzano i social media per connettersi e dialogare con i propri fan stanno effettivamente ottenendo un aumento dell’engagement.

Fonte articolo e grafici: eMarketer Alcohol Brands See Growth in Engagement on Facebook”