SEOmoz: SEO nel podio del marketing inbound

EMarketer ha pubblicato recentemente i dati della ricerca SEO Industry Survey 2012 di SEOmoz. Secondo l’aggiornamento di SEOmoz relativo al mese di agosto, c’è stato un incremento della richiesta di marketing nei settori SEO, social media e content marketing.

Ben il 23,9% dei professionisti del web marketing ha speso più della metà del proprio tempo nelle attività di ottimizzazione sui motori di ricerca e la SEO è la tattica di inbound marketing più usata dai marketer online di tutto il mondo, che le dedicano anche più tempo.

Frequenza di uso delle attività di marketing inbound

Come mostra il grafico sopra, il 57% degli intervistati si dedica quotidianamente alla SEO, percentuale vicina al 54,2% che si occupa ogni giorno di site analytics, mentre quasi la metà si dedica ogni giorno ad attività social (48,1%).

Contenuti di inbound marketing

Per quanto riguarda le tipologie di contenuti di inbound marketing, al vertice della classifica si trovano i post (73%), seguiti dai contenuti sui social media (69,7%) e da articoli e guide (68,8%).
Non è casuale che si tratti di contenuti connessi alle attività SEO, di social e content marketing.
Per quanto riguarda i contenuti visivi, immagini video e infografiche sono state usate dal 38.2%, 35.9% e 25.7% degli intervistati.

Ragioni per le quali i marketer usano specifici canali

Il 66% ha usato Youtube per il content marketing, il 49,1% per la SEO. Anche gli altri siti di videosharing e condivisione di immagini come Vimeo, Pinterest e Flickr sono stati usati dai marketer per scopi connessi al content marketing più che per la SEO.

Social media usati per il social media marketing

Relativamente alle attività social, Facebook è usato dall’87,7% degli intervistati, Twitter dall’82,7%, Google Plus da più della metà (54,9%).
Il 69,1% degli intervistati ha detto che si aspettava che Facebook divenisse la piattaforma di social media dominante. L’85,9% ha dichiarato che prevedeva che aumentasse l’importanza dei contenuti d’autore in seguito all’aggiornamento Panda di Google e l’influenza di Googleplus.

Grafici e articolo tradotto liberamente da eMarketer: SEO, Social and Content Marketing in Top Demand